Guarda anche...

martedì 11 settembre 2012

Dopo Guzzanti e Lerner, anche Baudo contro la tv 'leggera' e discutibile di Maria De Filippi


Maria De Filippi divide sempre: c'è chi la adora (ovviamente, in primis, lo stuolo di ragazzi sfornati dai suoi talent-show) e chi la critica anche pesantemente. Le trasmissioni da lei dirette, sia che vadano in onda di pomeriggio o di sera riscuotono sempre il grande consenso del pubblico ma anche polemiche, spesso accese, da parte di molti addetti ai lavori. E dopo i vari Aldo Grasso (critico ed opinionista televisivo), Pino Scotto, Gad Lerner, Marco Travaglio, Sabina Guzzanti, ora ad attaccare la madrina del talent-show 'Amici' è il leggendario conduttore Pippo Baudo, tornato in tv dopo oltre un anno di riposo forzato con "Il viaggio". Il Pippo nazionale, interpellato dal 'prezzemolino' massmediologo Klaus Davi, ha accusato il programma del day-time "Uomini e Donne" e il trono over, ovvero la parte in cui attempati signori e signore cercano l'anima gemella. Ecco le parole di Baudo: "Che tristezza quei vecchi che si corteggiano al pomeriggio! Quella non è una grande televisione".


Come se non bastasse, Baudo ha allargato il discorso rincarando la dose: "I suoi programmi influenzano molto i giovani. Questo è il lato negativo, sono programmi che suscitano qualche perplessità". Il riferimento ovviamente è ancora a 'Uomini e Donne', con i modelli di giovani che propone, belli, palestrati, con l'ossessione dello spettacolo in testa. La valutazione sulla De Filippi però cambia quando si tratta della professionista in prima persona, verso cui Baudo ha parole positive: "Maria è un rullo compressore, una donna accanita e lavoratrice. Una donna intelligente perché fino adesso ha azzeccato tutto". Insomma, la De Filippi professionista è una cosa, i suoi programmi un'altra. Non è comunque la prima volta in cui Baudo attacca la signora Costanzo.

Ti sei appena laureato?
Cerca su Bakeca.it il tuo nuovo lavoro!


Infatti, nel cors del 2008, prima della sfida tra il suo "Serata d'onore" e "C'è posta per te" (inutile dire che stravinse Canale5), Pippo affermò: "Ma chi sarà mai questa De Filippi? Ma è possibile che tutta l'Italia debba fermarsi perchè la De Filippi è una corazzata? Le corazzate possono anche affondare. E' il pubblico che decide. E se alla fine io la abbattessi cosa succederebbe? Lei continuerebbe imperterrita a fare i suoi programmi. La cosa più stimolante di questa avventura è proprio misurarmi con lei". Quest'anno confronti diretti non ce ne saranno, ma probabilmente Baudo non riesce proprio a digerire il successo ottenuto dalla De Filippi.


Alla De Filippi spesso si rimprovera di non volersi confrontare al di fuori della cosiddetta 'gabbia dorata' dei suoi programmi, magari partecipando ad altre trasmissioni. Gad Lerner, in un programma condotto da Victoria Cabello, affermò: ''La De Filippi a L'Infedele per essere intervistata, non ci viene, mica è scema...''. E come dimenticare che Sabina Guzzanti la definì ''L'involuzione della specie''... Dulcis in fundo, il sottile giornalista Marco Travaglio snobbò e fu molto seccato da un invito della De Filippi a una sua trasmissione.

fonte: http://it.tv.yahoo.com/blog/tv-star/pippo-baudo-critica-tono-over-uomini-e-donne-102349890.html

Nessun commento:

Posta un commento