Guarda anche...

lunedì 1 ottobre 2012

Aldo Grasso si scaglia contro Maria De Filippi: ''Burattinaia di poveri cristi''

Un ventennio di successi televisivi e il ruolo incontrastato di prima donna della tv italiana. Tuttavia anche 20 anni di dure critiche al suo modo di intendere e fare televisione. Tra i tanti che hanno discusso del livello dei programmi targati De Filippi, in prima linea c'è da sempre Aldo Grasso, il noto critico televisivo che nella sua rubrica ha definito Maria De Filippi "la burattinaia dei poveri cristi". Insomma, ci è andato giù pesante e ribadisce al sito donnamoderna.it il suo pensiero: "Sì, l'ho definita la burattinaia dei poveri cristi e non me ne pento, anzi. I personaggi dei suoi programmi le affidano le loro esistenze e lei li pilota portando in scena una commedia umana piena di tristezza. Però le riconosco un merito: intuisce ciò che desidera la gente. Dieci anni fa era il momento di muscolosi e lifting? E ha tirato fuori dal cilindro Costantino Vitagliano. Siamo stati definiti un paese di anziani? E porta in tv 'Uomini e Donne Over'. La società ha capito di aver perso i valori e vuole riportare in vita la meritocrazia? Ecco che ti spunta la scuola dei talenti 'Amici'…". Insomma, la tv della De Filippi non piace per niente a Grasso che però riconosce alla conduttrice, moglie di Maurizio Costanzo, di intercettare come pochi i gusti del pubblico.


Della De Filippi parla anche Giorgio Simonelli, scrittore, docente e ospite fisso della trasmissione TvTalk su RaiTre: “E’ l’interprete perfetta della neo-televisione, che non rappresenta il mondo ma lo fabbrica con il suo delirio d’onnipotenza. La De Filippi seleziona tanti talenti, regala l’amore, fa litigare e poi riconcilia. Una ‘dea ex machina’ che scatena gli avvenimenti in diretta. Ma mentre i colleghi lo fanno con irruenza, lei mostra sobrietà e rigore. Ricordate Carramba… che sorpresa! E’ il papà degli show che oggi chiamiamo alla De Filippi. Quanto Raffaella Carrà era viscerale e folcloristica, Maria è posata quasi asettica. Tutti pensano che sia il suo carattere, in realtà ogni mossa e studiata: ad Amici e C’è posta per te fa la regista e lascia il ruolo da protagonisti ai concorrenti e al pubblico. Ha trasformato la voce bassa, roca da difetto a marchio di fabbrica. Usa pause e silenzi per far capire che riflette insieme agli spettatori e non giudica. Presenta seduta, in mezzo al pubblico, per far sentire alla gente che è una di loro”.

fonte: http://it.tv.yahoo.com/blog/tv-star/maria-filippi-per-aldo-grasso-%C3%A8-la-burattinaia-112932454.html

1 commento:

  1. possiamo dire ciò che vogliamo su questa donnna, ma resta comunque molto potente quindi...
    +1 !!!

    RispondiElimina