Guarda anche...

lunedì 15 ottobre 2012

Chiude 'La Scimmia', il reality scolastico che forse ha influenzato la Marcuzzi


Chiude i battenti prima del previsto "La scimmia", ovvero il learning-show di Pietro Valsecchi. La chiusura avviene dopo solo due settimane di programmazione sul web e solo una in onda su Italia1. Da programma sperimentale a flop televisivo: il “learning show” degli studenti problematici non ha soddisfatto le attese. Contestato dal Movimento Studentesco e con ascolti non proprio esaltanti (con un crollo al 5 per cento di audience per la puntata di sabato pomeriggio e con un pesantissimo 1 per cento di share per i day-time), dopo aver ospitato Checco Zalone prima e I Soliti Idioti poi, il programma è stato chiuso dallo stesso patron della Taodue, che ha rilasciato una nota per spiegare i motivi che hanno portato alla chiusura de "La scimmia", nato per aiutare un gruppo di giovani a conseguire il diploma di maturità.

 (Valsecchi)

"Ho deciso che il programma 'La Scimmia' è da oggi sospeso. È stata una bellissima avventura che sicuramente rifarei e che non rinnego. Rimane un progetto in cui credo, sia per i contenuti che per la sua forza innovativa. Tuttavia, visti i risultati, che vanno considerati con assoluto realismo, ho deciso di mettere fine a quest’esperienza. Ringrazio gli autori, i conduttori Giulia Bevilacqua e Niccolò Torielli e tutti quelli che hanno collaborato al programma. Ai ragazzi, che abbiamo conosciuto in queste settimane, va il mio pensiero e il mio affetto; troverò per tutti una soluzione. Ribadisco che per me aver fatto 'La Scimmia' non è una sconfitta ma una vittoria, perché considero vittorioso il coraggio di aver tentato una strada difficile e di averci creduto fino in fondo. Mi sono comunque molto divertito e tornerò presto con un nuovo progetto".


Tuttavia, era di diverso parere Luca Tiraboschi, il Direttore di Italia Uno, il quale avrebbe continuato a mandare in onda la "Scimmia" per almeno altre due settimane, memore forse della partenza sotto tono delle prime puntate di "Amici" di Maria De Filippi, quando ancora si chiamava "Saranno Famosi". Qui le parole di Tiraboschi:



«Ho parlato a lungo con Valsecchi per cercare di dissuaderlo», continua Tiraboschi in una nota. «Ma la sua posizione è stata irremovibile. Il progetto è suo e altrettanto sono le decisioni. Rimane comunque per noi la soddisfazione di aver partecipato a questo nuovo esperimento. Speriamo di ritrovarci presto - conclude il direttore di Italia 1 - con qualche altro nuovo progetto».

 (Alessia Marcuzzi in foto)

Pietro Valsecchi è intervenuto anche al fine di smentire che "La scimmia" fosse stato il motivo della separazione tra Alessia Marcuzzi e Francesco Facchinetti jr. Per il produttore si tratta di "un puro esercizio di fantasia". Ecco le sue parole: "Prima di tutto un fatto privato doloroso e sofferto come una separazione è assurdo che venga ricondotto ad una situazione professionale in secondo luogo Alessia Marcuzzi non ha preso parte al programma in quanto non ha avuto il tempo per potersi preparare".


Lo show dava una chance ai ragazzi che avevano interrotto gli studi di prendere il diploma di maturità, tenendoli «rinchiusi» per nove mesi in un college romano, seguiti giorno per giorno dal corpo docenti e aiutati - nelle intenzioni della produzione - da personaggi dello spettacolo come Checco Zalone e i Soliti Idioti (che hanno incontrato i ragazzi nelle prime due puntate), Fabrizio Bentivoglio e Carlo Verdone. 

Nessun commento:

Posta un commento